Sapeva che il sistema uditivo umano è incredibilmente complesso? dentro l’orecchio sottili cellule ciliate trasformano le vibrazioni del suono in impulsi elettrici. Questi segnali vengono inviati al nervo acustico, che contiene circa 30,000 fibre nervose.

logo audiomedical cagliari

Scegliere la soluzione giusta

Faccia ciò che è giusto per il suo udito

Una perdita uditiva è importante quanto qualsiasi altro problema di salute; non deve essere trascurata. Deve essere seriamente e professionalmente diagnosticata, e dovrebbe essere trattata con le migliori soluzioni disponibili.

È appurato che il trattamento delle perdite uditive ha un impatto positivo sulla qualità della vita. Oltre ad aiutarla a SENTIRE meglio, gli apparecchi acustici possono aiutarla a SENTIRSI meglio. Incoraggerà la sua autostima; il suo benessere crescerà con lo stesso impeto della sua energia, e la vita volgerà al meglio!

Trovare la giusta soluzione acustica, quando indicata, inizia con l’acquisire una panoramica dei modelli di apparecchi acustici disponibili, dei benefici che offrono, e di quanto siano utili nelle situa-zioni per lei importanti. In questo opuscolo sono trattati questi argomenti

Cosa è cambiato?

Le persone spesso si sorprendono nel vedere che gli attuali apparecchi acustici non hanno nulla a che vedere con quelli di ieri. Le “grandi banane beige” del passato sono state rimpiazzate da eleganti modelli dal medesimo gradevole aspetto di qualsiasi altro moderno strumento di comunicazione.

In effetti la tecnologia è progredita così in fretta che, in termini di design, la distinzione tra auricolari ed apparecchi acustici high-tech è di fatto inesistente. Le persone oggi hanno una mentalità più aperta verso le nuove soluzioni e ciò semplifica le cose!

Oltre ad essere sobri e discreti, gli apparecchi acustici di oggi promettono comfort e facilità di ascolto. Non potranno mai ristabilire completamente il suo udito, ma l’aiuteranno certo a sentire meglio.

Come funzionano gli apparecchi acustici?

Gli evoluti apparecchi di oggi sono piccoli e capaci di elaborare i suoni così da farli sentire molto meglio. Benché esistano molti tipi diversi di elaborazione sonora, gli appa- recchi acustici hanno tutti cinque componenti base in comune:

  • Microfoni che captano i suoni.
  • Un amplificatore che li rende più forti.
  • Un altoparlante (ricevitore) che invia i suoni amplificati all’orecchio.
  • Un chip miniaturizzato che elabora i suoni adattandoli alle sue esigenze uditive.
  • Una piccola batteria che alimenta i processori sonori.

Gli involucri degli apparecchi acustici possono essere più o meno simili, ma è della tecnologia al loro interno a cui deve fare attenzione. Immagini l’impatto che una coppia di buoni apparecchi acustici potrebbe avere sulla sua vita quotidiana! Lei potrebbe essere in grado di rispondere in modo più naturale e comunicare più liberamente con parenti e amici. Ed inoltre potrà godersi appieno i suoi passatempi preferiti.

Tre livelli di prestazioni

Generalmente parlando gli apparecchi acustici si suddividono in tre fasce di prestazioni: Base, Avanzata e Premium. La scelta della fascia di prestazioni dipen-derà dal suo udito, esigenze di ascolto, stile di vita, preferenze personali e disponibilità. Le varie fasce si distinguono per il diverso modo di elaborare i suoni.

Base

Gli apparecchi acustici di fascia Base sono concepiti per agevolare la comprensione della voce.

Avanzata

Gli apparecchi di fascia avanzata modellano il suono per conformarlo ancora di più alle sue esigenze. Poiché questi si adattano automaticamente alle variazioni ambientali, ascoltare diventa ancora più facile, specie se c’è rumore.

Premium

Le soluzioni Premium offrono la più ricca e più naturale qualità sonora ottenibile. Alcune utilizza-no la tecnologia wireless per rendere il panorama sonoro più realistico. Con questi apparecchi, in ogni corcostanza, si sentirà meglio sintonizzato con ciò che accade intorno a lei.

Modelli per tutte le preferenze

Il Ricevitore nell’Orecchio (RITE)

Adatto a tutti i tipi di perdite, il RITE è rapidamente diventato il modello di apparecchio acustico più popolare. È leggero, molto piccolo e pressoché invisibile quando indossato. Ed i colori che vanno da quelli naturali a quelli più vivaci e di tendenza rendono queste soluzioni esteticamente gradevoli.

Questo modello è anche semplice da indossare per due motivi:

  • Il suono viaggia lungo un sottile filo elettrico sino ad un ricevitore inserito nel suo orecchio; ne risulta una qualità sonora più chiara e naturale.
  • L’auricolare non occlude completamente il suo orecchio, così è più confortevole e facile da indossare.
Retroauricolare

Col tempo, i retroauricolari sono diventati più piccoli ed eleganti. Ve ne sono di varie misure, a partire dal più piccolo Mini BTE. I circuiti sono racchiusi in un guscio retroauricolare, ed il suono viene trasmesso da un tubicino ad un auricolare individuale realizzato su misura per adattarsi perfettamente al condotto uditivo.

I retroauricolari sono disponibili in un’ampia varietà di colori, inclusi quelli naturali che si adattano al colore dei capelli o della pelle. Quelli di dimensioni un po’ più ampie possono alloggiare una batteria ed un amplificatore più grandi, che li rendono indicati per bambini e adulti se necessitano di apparecchi acustici più potenti.

Apparecchi acustici intrauricolari

Gli apparecchi acustici personalizzati vengono realizzati su misura per adattarsi al profilo del suo orecchio. Se siano adatti a lei dipende dalla sua perdita uditiva e dalle dimensioni del suo condotto uditivo. Realizzati nel colore della pelle, questi apparecchi sono di varie dimensioni. Gli Intrauricolari (ITE), gli Intracanali (ITC) ed i Completamente nel Canale (CIC) sono i modelli più diffusi. Dal punto di vista funzionale danno risultati analoghi ai modelli RITE e retroauricolari.

Intrauricolare (ITE)

Negli ITE, tutti i componenti sono racchiusi in un guscio che rimane nel condotto uditivo esterno, quindi non ci sono fili o tubicini da gestire. Gli ITE sono più facili da inserire dei più piccoli Intracanali, e la batteria più grande li rende indicati anche per perdite uditive moderatamente severe.

Intracanale (ITC) e Completamente nel Canale (CIC)

Questi modelli si inseriscono nel condotto uditivo esterno, rimanendo pressoché invisibili. In termini di prestazioni, sono adatti a perdite uditive di entità da lieve a mode- rata, mentre le dimensioni estre-mamente ridotte dello scomparto batteria e dei controlli, può non renderli particolarmente facili da gestire per chi ha problemi di artrosi o di destrezza manuale.

Fattori da considerare

La scelta della soluzione acustica più adeguata inizia dal valutare il suo test uditivo e le dimensioni del suo orecchio. Il suo Audioprotesi-sta di fiducia può consigliarla sulla soluzione per lei ottimale. Qui di seguito sono descritti i fattori che possono influenzare la scelta di un apparecchio acustico.

La sua perdita uditiva

Questo è un fattore importante. Se lei ha una perdita uditiva modera-ta, può indossare anche i modelli più piccoli, ma se la perdita è più severa, le serviranno apparecchi progressivamente più potenti con batterie più grandi.

L’anatomia del suo orecchio

Gli apparecchi acustici odierni si adattano alla maggior parte dei condotti uditivi. le uniche restrizioni per alcuni tipi di apparecchi, sono le dimensioni e la forma del suo condotto uditivo. Il suo Audioprotesista di fiducia saprà esserle più preciso a riguardo.

Altri fattori correlati all’orecchio

Un altro fattore determinante è il cerume. La produzione di cerume è normale, ma se eccessiva può richiedere un modello più resistente e più facile da pulire. Similmente, se vive in un ambiente umido o pratica un’intensa attività fisica, avrà bisogno di un modello più resistente al sudore.

Uno o due apparecchi acustici?

Anche se sente meglio da un orecchio rispetto all’altro, è di norma meglio indossare due apparecchi. Per capire le parole in ambienti rumorosi – e per essere vigile su ciò che avviene intorno a lei, le servono due orecchie.

Pensi, per esempio, l’attraversare una strada. Se arriva un’auto da sinistra, il rumore arriverà prima al suo orecchio sinistro e con maggiore intensità, così lei capirà immediatamente da che lato voltarsi. Ciò fa molta differenza specie in situazioni potenzialmen-te rischiose. I più sofisticati apparecchi acustici odierni sono specificatamente realizzati per supportare l’udito da entrambi i lati. Comunicando fra loro senza fili e confrontando le informazioni provenienti dai due lati, essi aiutano a coprire i vuoti presenti nella sua immagine sonora – includendo taluni suoni che forse non si era mai accorto di aver perso!

Quali sono gli aspetti personali importanti?

Le domande che seguono sono intese ad aiutarla nell’identificare le sue esigenze, così che possa comunicarle chiaramente al suo Audioprotesista di fiducia.

Come descriverebbe il suo stile di vita?

Lei si considera un tipo “casalingo” che ama leggere, guardare la TV curare il giardino? O è un tipo dinamico con una vita sociale attiva e numerose attività? Se è un tipo attivo, dovrà prendere in considerazione apparecchi acustici di fascia avanzata o premium. Questi infatti si adattano alla più ampia varietà di situazioni di ascolto – incluse quelle rumorose. Inoltre, essendo automatici, non richiedono continue regolazioni; tutto ciò che deve fare è indossarli!

Quali sono le sue esigenze di comunicazione?

Si chieda esattamente quando vor-rebbe poter sentire molto meglio. Per esempio, che succede quando si ritrova con parenti e amici? Che difficoltà incontra quando mangia fuori o va a teatro, ecc? È una buona idea quella di coinvolgere i suoi familiari, perché le loro osservazioni possono rivelarsi molto utili.

Con quali altri dispositivi vorrebbe connettersi?

Il miglior udito non riguarda solo situazioni faccia a faccia; i suoni arrivano anche da altre sorgenti sonore – come telefoni, TV e stereo. Se le piacerebbe guardare il telegiornale o ascoltare musica senza far crollare il tetto, potrebbe orientarsi su apparecchi acustici che offrono una connettività senza fili.

Parliamo di aspetto?

Il design non attiene solo la funzionalità; è anche un fatto di estetica. Dopo tutto, se lei non si sente a suo agio con un particolare abito, certo non vorrà indossarlo. Lo stesso avviene per gli apparecchi acustici. Lei può scegliere di essere di tendenza e alla moda – o assolutamente classico. O di non mostrarli! Con così tanti modelli e colori tra cui scegliere, è facile trovarne uno che risponda alle sue preferenze personali.

Che dire sulla semplicità d’uso?

Quando si tratta di maneggevolezza, lei desidera poter controllare da sé il volume e le regolazioni del suo apparecchio, o preferirebbe un’operatività automatica a “mani libere”?

Parliamo di qualità sonora?

La qualità sonora è percepita in modo estremamente soggettivo da persona a persona, in funzione di ciò che fa, dove va e chi incontra durante una normale settimana. Quanto attivo reputa il suo stile di vita? Di norma, più attivo è, più sofisticati devono essere i suoi apparecchi affinché la mantengano sempre in contatto.

Si è già trovato così?

Immagini di pranzare con gli amici in un ristorante. In sottofondo il tramestìo dei piatti, persone che parlano e ridono, e camerieri che corrono ovunque. Lei si sforza di seguire ciò che succede al suo tavolo – ma lo sforzo la sfinisce. Eventualmente inizia a far finta di sentire. Annuisce, si mostra interessato, e ride con gli altri. Ma non afferra le battute e si sente un estraneo. Si congeda con un terribile mal di testa, deluso e con l’intenzione di non ripetere più una simile esperienza.

Apparecchi acustici di alta qualità e ben adattati riducono i fastidiosi rumori di fondo, così che lei possa focalizzarsi più facilmente sui suoi amici. Forse, per la prima volta dopo anni potrebbe rilassarsi, essere se stesso – ed essere davvero parte del gruppo!

I suoi prossimi passi

Ora che è consapevole di ciò che deve considerare e delle tecnologie di apparecchi acustici disponibili, ne parli con i suoi familiari, butti giù qualche appunto e si prepari per il prossimo incontro presso il centro audioprotesico.

Nel passare in rassegna le soluzioni acustiche, tenga presente che il miglior udito non è solo una fase di passaggio; è un investimento a lungo termine per la sua salute ed il suo benessere.

I sistemi nazionali di previdenza sanitaria, i sussidi pubblici o le polizze assicurative, talvolta possono in parte o in toto coprire i costi di uno o di una coppia di apparecchi acustici; chieda maggiori informazioni al suo Audioprotesista di fiducia.

In qualità di operatore professionale egli saprà essere esauriente su qualsiasi domanda o argomento vorrà sottoporgli, guidandola verso un miglior udito.

Audiomedical Cagliari - Tel. 070 49 43 96 - Cell. 330 27 07 27 • Grafica e sviluppo by Webenterprises