Sapeva che il suono dalla sua TV, dal suo telefono di casa o cellulare, dal lettore musicale o dal computer può essere trasmesso senza fili, direttamente ad entrambi i suoi apparecchi acustici? In tal modo gli apparecchi si trasformano in cuffie senza fili tra le più piccole al mondo, permettendole di sentire più chiaramente e senza disturbare gli altri!

logo audiomedical cagliari

Usare gli apparecchi acustici

Abituarsi a sentire di nuovo

Gli apparecchi acustici possono apportare dei cambiamenti molto positivi nella sua vita. Però, non sono come un paio di occhiali che, appena indossati, ristabiliscono la sua capacità visiva. Inizialmente, alcuni suoni possono sembrare piuttosto forti – perfino strani. Questo perché il cervello ha dimenticato cosa vuol dire riuscire a sentire quei suoni, quindi deve imparare di nuovo ad elaborarli. Lei potrebbe sentire voci e suoni che non sentiva più da tanto tempo. Prima, il suo cervello deve identificare questi suoni. Poi deve reimparare a focalizzarsi su quelli importanti e attenuare il resto. Non appena riacquisterà la padronanza di questa mansione, scoprirà che più usa i suoi appa-recchi, meno vorrà starne senza!

Alleni il suo cervello

Poiché il cervello registra così tanti suoni nuovi, il periodo di adattamento iniziale può essere stancante. È un po’ come allenare un muscolo rimasto fermo a lungo. Ma che differenza quando si riacquista quella forza perduta!

Dopo aver indossato i suoi apparecchi per qualche tempo, incontrerà il suo Audioprotesista per le regolazioni fini. Dopodiché sarà ancora più abile nel destreggiarsi ed ottenere le migliori prestazioni nell’uso quotidiano dei suoi apparecchi acustici.

Cosa deve sapere quando inizia

All’inizio tutto sembra troppo forte. È normale e non ha niente a che fare col volume dell’apparec- chio troppo alto. La cosa migliore è indossare i suoi apparecchi il più a lungo possibile durante i primi giorni nella quiete di casa sua, evitando situazioni rumorose finché il cervello non si sia riabi-tuato.

All’inizio faccia cose semplici

Se ha i pulsanti programma ed i controlli volume, aspetti finché non acquisisce più esperienza prima di sperimentarli. Si affidi all’automatismo dell’apparecchio per mantenere le cose confortevoli.

Un po’ più tardi

Quando si sente pronto a provare i vari programmi di ascolto, riuscirà ad ottenere ancora di più dai suoi apparecchi.

Consigli per un inizio progressivo:
  • Inizi indossando i suoi apparecchi quasi per tutto il giorno.
  • Poi li usi in situazioni tranquille, e per conversazioni a due in salotto.
  • Successivamente ascolti radio o televisione.
  • Dopo li usi in ambienti più rumorosi come una strada trafficata o il supermercato vicino a casa.
  • A questo punto usi il telefono.
  • Per finire, li usi con gli amici o i familiari, a casa ed al suo ristorante preferito. Questo è lo scenario pressoché più arduo. Inizialmente lei potrebbe non riuscire a sentire tutto ciò che le persone dicono, ma col tempo diventerà gradualmente più facile.

Le esperienze iniziali

Cose che potrebbero stupirla

Sapere cosa aspettarsi è il primo passo per essere contenti dei propri apparecchi. Più grave è la sua perdita, più potrà sentirsi travolto da tutti i nuovi suoni, e dal loro apparente volume. Più il suo apparecchio è aperto ed ha un suono naturale (come per esempio un modello RITE –Ricevitore nell’Orecchio–) con una connessione aperta con l’orecchio più le sarà semplice il processo di adattamento.

Sia preparato alle nuove esperienze

All’inizio i suoni possono risultare strani, ma col tempo si abituerà al suo nuovo modo di sentire. Qui sotto ci sono alcuni esempi di cosacaspettarsi:

  • La prima volta che sente il suono della sua sveglia, del campanel-lo o del telefono potrebbe sobbalzare.
  • Potrebbe scambiare lo sciacquone del suo bagno con il fragore delle cascate del Niagara!
  • All’inizio le sembrerà strano sentirsi mentre mastica.
  • Il suo frigorifero ronzerà più forte!
  • Nello sfogliare il giornale il fruscìo delle pagine le sembrerà più acuto.
  • Ora che riesce a sentire chiaramente il motore della sua auto le sembrerà diverso.
  • Il rumore del traffico sarà più intenso.
Alcuni suoni che potrebbe ancora riscoprire
  • Il canto degli uccelli.
  • L’eco dei suoi passi.
  • Le risate dei bambini.
  • Il suono di uno strumento a corde.
  • Il fruscìo delle foglie sugli alberi.
  • La pioggia contro la finestra.

I vantaggi di tenere delle note

L’adattamento degli apparecchi acustici può richiedere alcuni aggiustamenti successivi. Normalmente sono sufficienti un paio di sedute, dopo che lei ha provato gli apparecchi in diverse circostanze. Noi raccomandiamo di tenere delle note sulle sue esperienze dopo essersi un po’ abituato.

Intensità

Ascolti i suoni quotidiani sia in condizioni di quiete che di rumore. Ascolti i suoni deboli, come il fruscìo delle foglie o persone che parlano da lontano. ascolti i suoni forto o improvvisi, come una porta che sbatte, lo sciacquone del bagno, bambini che piangono o della musica dal vivo. Faccia caso all’intensità – è accettabile?

Cambiamenti nel suo ambiente sonoro

Osservi i cambiamenti tipici del suo ambiente sonoro, come entrare in un negozio da una strada trafficata, o una persona che le dà indicazioni in mezzo alla folla. Presti attenzione a quanto bene si adattino i suoi apparecchi acustici ai vari cambiamenti.

Qualità sonora

Ascolti i suoni acuti (per esempio violini, cinguettìi e voci infantili) e suoni bassi (per esempio voci maschili o una chitarra basso). Provi ad annotare la qualità di ciascun suono così che l’Audioprotesista possa applicare gli eventuali aggiustamenti necessari.

Consigli sulla comunicazione per tutta la famiglia

Se si dà loro l’opportunità, famiglia, amici e colleghi possono fare molto per aiutarla a migliorare l’udito. Ecco perché è importante che loro sappiano come funziona-no i suoi apparecchi, e cosa fare per facilitare la comunicazione.

Parlare faccia a faccia
  • Avvicinarsi e sedersi o mettersi con il viso ben visibile così da permettere di leggere facilmente le labbra e le espressioni facciali.
  • Cerchi di non parlare mentre mastica o fuma.
  • Non si nasconda mai dietro un giornale od appoggi guancia o mento sulla mano mentre parla.
Parlare ad un ritmo naturale
  • Cerchi di non parlare troppo velocemente.
  • Se il suo compagno ha difficoltà a capirla, provi a riformulare la frase piuttosto che ripeterla.
  • In situazioni di gruppo, non interrompetevi a vicenda.
Ridurre il rumore di fondo
  • Eviti porte e finestre rumorose; se non può chiuderle, cerchi un posto più tranquillo dove parlare.
  • Cerchi di ridurre il rumore di fondo abbassando, per esempio, lo stereo o la TV..
Buoni consigli per lei

Prima di andare al cinema o a teatro, si informi se dispongono di dispositivi di ausilio all’ascolto (sistemi che facilitano l’ascolto con gli apparecchi acustici). Quando prenota un ristorante, chieda di riservare l’angolo più tranquillo. Se partecipa a seminari, cerchi di arrivare presto per prendere i primi posti frontali e non esiti a chiedere ai relatori di usare il microfono.

Prendersi cura dei suoi apparecchi acustici

Gli apparecchi acustici devono affrontare di tutto: umidità, vibrazioni, caldo, sudore, cerume e prodotti per capelli. Per mantenerli in buone condizioni, osservare le seguenti linee guida.

  • Mantenga i suoi apparecchi sempre puliti ed asciutti.
  • Quando non li usa apra lo scomparto batteria per prolungare la durata della batteria.
  • Prenda l’abitudine di pulire tutti i giorni i suoi apparecchi acustici, – Non usi mai detergenti liquidi per la casa, olio o acqua. Si serva di un panno asciutto ed uno spazzolino.
  • La notte può riporre i suoi apparecchi nell’apposito kit antiumidità (disponibile presso il suo Audioprotesista di fiducia).
  • Si assicuri sempre di togliere i suoi apparecchi acustici prima di entrare in acqua, fare la doccia o applicare prodotti spray per capelli.

La frequenza della sostituzione delle batterie dipende dal model-lo, tipo ed uso quotidiano. Chieda indicazioni al suo Audioprotesista di fiducia. Molti apparecchi emettono dei leggeri beep di avvertimento ad indicare che la batteria sta per esaurirsi.

Audiomedical Cagliari - Tel. 070 49 43 96 - Cell. 330 27 07 27 • Grafica e sviluppo by Webenterprises